Escursione al Parco archeologico di Selinunte

FACILE

MIN: 1 PERSONA

TUTTI I GIORNI

IT – EN – FR

15 € PER PERSONA

Escursione al Parco archeologico di Selinunte

Partenza dall’Hotel da Sciacca con pullman per Selinunte. Visita del parco di Selinunte che rappresenta una delle aree archeologiche più ampie e più rilevanti in ambito europeo. Qui lo stile Dorico ha trovato una delle sue più alte espressioni sebbene non manchino tracce degli influssi locali. Sulla collina Ovest sorge il santuario della Dea Malòphoros che fu in uso fino all’ultimo periodo di vita delle città. Dopo la visita rientro all’Hotel.

Durata dell’Escursione: Mezza Giornata
Ora di partenza: ore 9:00 o 13:30
Comprende: Incontro in hotel, trasferimento a Selinunte. Rientro in hotel.
Non comprende: La guida, i biglietti d’ingresso ai musei e ai luoghi di interesse, i pasti e le bevande.

Da: 20,00

Prezzi:

Fino a 8 persone il costo è di Euro 20,00 p.p.

Fino a 19 persone il costo è di Euro 15,00 p.p.

Su richiesta partenza da altre località.

Richiedi Informazioni

FACILE

TUTTI I GIORNI

MIN: 1 PERSONA

IT – EN – FR

15 € PER PERSONA

Selinunte

Un luogo unico dove il tempo è sospeso, dove ciascun visitatore può immergersi in questo presente giunto da lontano e si lascia trasportare nella quiete e nel silenzio che promana ogni angolo dell’immenso parco. Ogni elemento che compone questo intricato sistema di strade, case, templi, mura, mare, dune, lascerà il ricordo di un infinita emozione.

Selinunte

Sita presso la foce del fiume dove cresce ancora il prezzemolo selvatico, che diete il nome al corso d’acqua e alla città, Selinunte, antica città greca che oggi costituisce il Parco archeologico più grande d’Europa. I ruderi della città si trovano sul territorio del comune di Castelvetrano. Nel vasto territorio del Parco Archeologico di Selinunte possiamo individuare sette aree distinte, ognuna delle quali conserva memoria della grandezza dell’antica città.

Selinunte

La collina orientale rappresentava un quartiere periferico rispetto al centro abitato. La scena è completamente dominata dai resti dei tre templi E, F, e G.

Il tempio E, realizzato in stile dorico, è l’edificio che meglio si presenta all’interno del Parco archeologico, dedicato Giunone, venne ricostruito nel 1958 con le 38 colonne issate nuovamente ed oggi visibili in tutto il loro slancio.

Selinunte

Il tempio F, è il più piccolo e antico dei tre, purtroppo da questa costruzione furono utilizzati numerosi blocchi per altre costruzioni in epoca moderna. Il tempio G, dedicato ad Apollo, è il più grande di Selinunte ed opera di maestosità rara per il mondo greco: lungo 110 metri e largo 50, la sua costruzione probabilmente non venne mai completata, come si presume da alcune colonne non scalanate. Oggi si presenta come un ammasso di rovine, tra cui spicca una colonna parzialmente restaurata nel 1832.

Condividi